Risate e solidarietà con Catine

Sabato 13 maggio, alle 21, serata di cabaret con Catine per raccogliere fondi, in una serata leggera, da destinare al progetto TOMOSINTESI A TOLMEZZO:  l’obiettivo è l’acquisto di uno strumento in grado di effettuare la mammografia 3D o tomosintesi da destinare all’Ospedale Civile di Tolmezzo. Questa tecnologia permette di studiare alterazioni mammarie con maggior accuratezza rispetto alla tradizionale mammografia e di aumentare significativamente la percentuale di tumori di piccole dimensioni identificati.
L’iniziativa è promossa dal Rotary Club di Tolmezzo, da associazioni di volontariato locali e dai medici della Unità Senologica della A.A.S.3 “Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli”.
Appuntamento quindi sabato sera a Tolmezzo, al Teatro “Candoni”.

Cjargnalive – Respiro

cjargnalive

Respiriamo aria nuova, nel movimento generato dai ragazzi di Cjargnalive, la grande festa della socialità carnica che vedrà il suo momento culminante domenica 31 maggio 2015 a partire dalle ore 14.00 con un programma di musica, danza, laboratori, yoga, concerti.

Quest’anno il tema ci ha ispirato un bel gioco,”Dai un calcio al fumo”, un modo leggero per parlare di stili di vita buoni per la salute.

Vampiri allo specchio a Pontebba

vampiri

L’occasione di parlare delle attività dell’AOAF a Pontebba arriva con la compagnia teatrale Ndescenze, che porterà il suo nuovo lavoro, Vampiri allo specchio, al Teatro Italia, il 29 marzo 2015 alle 17.00

Un doppio spettacolo, un’esperienza di lettura della stessa vicenda da punti di vista diversi, che può diventare sana consuetudine nella nostra vita.  Continua a leggere

Conversazione alla radio

radio

Giovedì 12 marzo alle ore 11.07 su Radio1Rai FVG, il nostro amico Giovanni Rodaro dell’Associazione “Matteo Chef Giramondo”   e Silvia Cotula, nostra vice presidente e animatrice, saranno ospiti di: “Vué o fevelìn di…”.

Silvia e Giovanni dialogheranno in lingua friulana con la giornalista Natascia Claudia Gargano e presenteranno le attività dell’Associazione “Matteo Chef Giramondo” e la collaborazione con l’AOAF, anche in vista del concerto per Matteo del 2 maggio p.v. ad Osoppo. Ascoltateci in streaming

Giornata a favore della ricerca contro il cancro – 27 aprile 2014

L’associazione Amici della Montagna di Piano d’Arta Terme (UD) organizzerà domenica 27 aprile 2014 presso il piazzale della chiesa di S. Stefano, una giornata a favore della ricerca contro il cancro il cui ricavato verrà devoluto all’ Associazione Oncologica Alto Friuli. Tale evento è divenuto nel tempo un momento di ritrovo molto atteso dall’intera cittadinanza visto lo scopo benefico per il quale è stato concepito.

Il programma prevede dopo la S. Messa delle ore 11.00 (chiesa di S. Stefano a Piano d’Arta) un momento conviviale allietato dalla bella musica di alcuni gruppi amatoriali paesani ed una lotteria.

Vi invitiamo a partecipare numerosi!

Teatro ad Avasinis – 3 maggio 2014

 

3littleblackdresses6

Nuova serata del gruppo teatrale “Amici di AOAF” ad Avasinis,  nella sala teatrale dell’oratorio, sabato 3 maggio 2014 alle 20.30.

Lo spettacolo è “Sartors par siores”, una commedia brillante di Georges Feydeau, tradotta in friulano da Renzo Blanzan e diretta da Giacomo Bonanni.

La serata è in memoria di Matteo e Veronica, giovani di Avasinis che ci hanno lasciati troppo presto, il cui ricordo ci sprona a continuare l’opera di prevenzione delle malattie oncologiche e di sostegno alle famiglie.

Le offerte raccolte saranno destinate a sostenere le attività dell’Associazione Oncologica Alto Friuli

L’ingresso come al solito è libero, e la donazione è bene accetta.

I diritti del malato

PresCorso2014La nostra legislazione mette a disposizione diversi strumenti per supportare malato e famiglie durante il decorso della malattia. Purtroppo a questi strumenti, che sono un diritto di chi è in difficoltà, non è data giusta eco.

Di questo si parlerà a Tolmezzo nella conferenza pubblica indetta da AOAF giovedì 27 febbraio, alle 20.30, alla sala conferenze della Comunità Montana.

All’incontro parteciperanno Elena Beorchia, avvocato e presidente dell’ANFASS, e Enrico Vigevani, medico e presidente dell’AOAF.

L’obiettivo è far luce sui diritti del malato e sulla loro applicabilità, e sondare quali possono essere modi adeguati per diffonderne  la conoscenza.

Al termine della serata sarà presentato il nuovo corso di formazione per volontari dell’AOAF.

Serata di solidarietà in memoria di Matteo Rodaro

Matteo Rodaro

A distanza di un mese dalla prematura scomparsa di Matteo Rodaro, giovane chef di fama internazionale, nella sala gremita del Centro Servizi di Avasinis si è svolta una serata di sensibilizzazione ed approfondimento promossa dalla famiglia Rodaro, dalle signore Elena e Maria Grazia e in collaborazione con l’Associazione Oncologica Alto Friuli – AOAF.

Il dott. Enrico Vigevani e Silvia Cotula, presidente e vicepresidente dell’AOAF, hanno presentato le attività promosse dall’associazione dal 1997 ad oggi, per il sostegno alle persone malate di cancro e ai loro familiari. L’AOAF è presente sul territorio con attività di sensibilizzazione ed educazione ai corretti stili di vita, in particolare incontra i giovani delle scuole superiori per la prevenzione al tabagismo. Continua a leggere

Un grazie di cuore all’ACAT di Villa Santina

Durante lo scorso ‘Mercato di Villa’ le persone della locale sezione ACAT erano presenti con un banchetto – una fetta di torta per un’offerta. Hanno voluto supportarci devolvendo all’AOAF i contributi raccolti, assieme a queste toccanti parole:

E’ davvero con molto piacere che anche quest’anno il club degli alcolisti in trattamento di Villa Santina devolve alla vostra associazione il ricavato ottenuto dalla vendita delle torte durante l’annuale manifestazione del Mercato di Villa.

Noi membri del club siamo fieri di poter contribuire alle vostre attività, dato che condividiamo lo stesso concetto di salute, ovvero non solo fisica seppur molto importante, ma anche psicologica e sociale. Insomma stare bene per noi non significa solo non avere malattie, ma vuol dire soprattutto avere un equilibrio del proprio essere e della propria esistenza. In questo senso le nostre associazioni si muovono, cercando di tutelare principalmente l’aspetto psicologico e sociale delle persone.

Con questa nostra iniziativa ci siamo resi conto di quanto sia molto più importante l’atto del dare rispetto a quello del ricevere, infatti qui di seguito riportiamo alcune sensazioni che alcuni di noi vogliono condividere.

Giulietta: Con questo piccolo contributo facciamo sapere che siamo vicini a chi soffre. Lo facciamo con amore e solidarietà. Lo facciamo con la speranza di alleviare la sofferenza. Pensando a voi collaboratrici che date coraggio e volontà di vivere non è facile fare il lavoro che state facendo. Vi ammiro e mi congratulo.

Paolo: La sensibilità umana che spesso non viene espressa a causa della frenesia e della corsa che la vita in un modo o nell’altro ci induce nella quotidianità, ma sarebbe opportuno ogni tanto fermarsi e voltarsi all’indietro per vedere quanti piccoli gesti trascuriamo e come diamo poca importanza alle attenzioni verso coloro che per motivi cari quelle corse hanno dovuto rallentare o addirittura abbandonare. Sono proprio quelle persone che in determinate situazioni di svariate sofferenze mi fanno riflettere e mettere continuamente in discussione sul mio modo di essere, di vivere e di relazionarmi con il prossimo. Certamente non possiamo fare miracoli individualmente, ma uniti si può rendere più serena la vita di chi ci vive attorno sempre con piccoli gesti e spesso con i soli comportamenti; ci vuole solo un po’ di volontà ed impegno.  Se riusciamo in questa impresa senz’altro un giorno riceveremo un sorriso da parte di qualcuno che l’aveva perso.

Benito: L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.

Graziella e Luigino: con questo pensiero ci accomuna nell’egual sofferenza.

Un affettuoso augurio di buona salute.

“Se a ven a mancjậ la companie” a Prato venerdì 28 giugno

fiore

“Se a ven a mancjậ la companie” è lo spettacolo che apre la serata per la sensibilizzazione sulle tematiche oncologiche organizzata dall’Associazione Oncologica Alto Friuli (AOAF) e dal Comune di Prato Carnico.
Nella cornice della storia commovente scritta da Renzo Balzan, battute esilaranti si alternano a spunti più profondi sui temi fondamentali – la vicinanza, la malattia, la solidarietà. A questi argomenti, dopo l’ultimo applauso agli attori, si rifaranno le riflessioni del dott. Enrico Vigevani, responsabile del reparto di oncologia e presidente dell’AOAF. Continua a leggere