Il valore della presenza

In occasione della Giornata Nazionale del Malato Oncologico (#GNMO) pubblichiamo una sintesi delle attività realizzate dall’Associazione Oncologica Alto Friuli nell’anno 2020.

Nonostante l’emergenza sanitaria legata all’anno di pandemia, i servizi gratuiti offerti dall’Associazione sono proseguiti costantemente, anche durante il lockdown e le successive zone rosse.

Poter raggiungere l’ospedale per le visite e le cure, sentirsi sostenuti nell’impatto emotivo e psicologico che il percorso di cura comporta per se stessi e per i propri cari, essere ascoltati, esprimere le paure e i disagi legati alla malattia oncologica e acuiti dalla pandemia, sono passaggi essenziali che hanno un impatto diretto sulla vita delle persone.

Abbiamo cercato di esserci, di essere “affianco”. Consapevoli di cosa significhi, per chi si rivolge all’AOAF, sapere di non essere soli. Complessivamente:

  • sono state accompagnate alle sedi di visita e di cura 56 persone del territorio (Carnia, Gemonese, Val Canale, Canal del Ferro, Tarvisiano), i volontari AOAF (circa una decina) hanno percorso oltre 46 mila chilometri di accompagnamento;
  • lo sportello informativo AOAF attivo presso l’Ospedale di Tolmezzo, dopo una breve interruzione per l’adeguamento dell’operatività alle norme anti-covid, ha ripreso la regolare attività con la presenza settimanale dei volontari AOAF ogni lunedì mattina. Sono state offerte 87 ore di apertura, gli accessi allo sportello sono stati 40.
  • il supporto psicologico professionale, a cura della dott.ssa Moroni Valentina, è stato garantito con continuità. I colloqui sono avvenuti sia in presenza che da remoto. L’Associazione ha offerto 778 ore di prestazioni professionali della psico-oncologa a supporto delle persone in cure attive e/o palliative e dei loro familiari, in collaborazione con i sanitari ospedalieri e le equipe di continuità assistenziale.

In questo anno difficile, privati della normale fisicità dei gesti, la concretezza della presenza ha assunto pieno valore.

Vicinanza che l’AOAF è riuscita ad offrire grazie alla solidarietà ricevuta attraverso le offerte liberali e in particolare tramite la firma del 5 per mille, una forma di aiuto che si è rivelata essenziale in questo periodo in cui le “Associazioni amiche” sono state costrette a sospendere gli eventi abitualmente proposti per sostenerci con raccolte fondi dedicate.

Anche quest’anno sarà indispensabile il sostegno che arriverà dal 5 per mille: una firma che non grava sul contribuente ma significa tantissimo per le piccole associazioni come la nostra. In sede di dichiarazione dei redditi è possibile scegliere l’Associazione Oncologica Alto Friuli come destinataria indicando il codice fiscale:  9 3 0 1 0 9 9 0 3 0 2

Grazie di cuore a quanti ci aiuteranno a continuare il nostro impegno per migliorare la qualità della vita dei malati oncologici e in cure palliative nel territorio dell’Alto Friuli.